Giorgia Ferrero

Giorgia Ferrero nasce a Savona.

Già da piccolissima viene iscritta a corsi di danza e ginnastica artistica, disciplina che si rivelerà importante. Molto spiccata è anche la sua vena artistica e la propensione per la pittura e il diSegno tanto da frequentare l’Istituto D'Arte “Jona Ottolenghi” di Acqui Terme.

All'età di 21 anni si trasferisce a Milano. Qui inizia a lavorare nel campo della moda, quello pubblicitario e teatrale iniziando così a voler frequentare per un anno il Centro Teatro Attivo diretto da Nicoletta Ramorino. Decidendo di volersi dedicare completamente alla recitazione, il cinema e il teatro sono la sua grande passione, si trasferisce a Roma dove, dopo aver superato un provino, viene ammessa all'International Acting School diretta da Giorgina Cantalini per la durata di 3 anni. Tra i suoi insegnanti: Francesco Randazzo, Alessio Bergamo, Margarete Assmuth, Giovanna Summo, Lena Lessing. Prosegue la sua formazione con il maestro Vincenzo Attingenti, la coach americana Ivana Chubbuck e l’insegnante Michael Margotta.

Viene scoperta dal regista Maurizio Sciarra, debuttando così sul grande schermo nel film "Quale Amore" con Giorgio Pasotti, Vanessa Incontrada, Arnoldo Foà, Maria Schneider. Nel 2008 è in "Amore che vieni, amore che vai" regia di Daniele Costantini nel ruolo di Antonia, tratto dal romanzo "Un destino ridicolo" scritto dallo stesso Fabrizio De Andrè poco prima della sua morte. Qui lavora insieme a Donatella Finocchiaro, Fausto Paravidino, Massimo Popolizio ,Agostina Belli ecc.. Nel 2012 viene scelta e diretta, dopo aver superato 3 provini, dal regista Paolo Sorrentino ne “La grande bellezza”, Premio Oscar 2014.

Per la televisione russa gira la serie tv “A year in Tuscany” diretta dal regista Andrey Selivanov. Nel 2015 e 2016 sarà nel cast della popolarissima soap opera “Un posto al sole “ nel ruolo di Martina Landi.

Diversi sono gli spettacoli teatrali tra cui "Confusioni" di Alan Ayckbourn, "Don Giovanni" e "War Games" diretti da Francesco Randazzo. "Il Sogno" di Strindberg, "Santa Giovanna dei macelli" di Brecht, "Il terrorista" da I Demoni di Dostoievskij per la regia dell'iraniana Sharoo Keradmand, "Happening" omaggio ad Andy Warhol con i danzatori Giovanna Summo e Ian Sutton, "Vernissage" diretto da Saverio Bari. “Passione secondo Matteo” di Bach regia di Alessio Bergamo.

Da diversi anni porta nei teatri italiani lo spettacolo "Labirinti del male" contro la violenza sulle donne insieme al Generale Luciano Garofano, scritto da Giulietta Kelly e diretto dal regista Alessandro Molinari. Ha in preparazione un nuovo spettacolo teatrale con Teatro Cantiere sull’Acna di Cengio, fabbrica che ha inquinato per più di 100 anni tra la Liguria e il Piemonte.

Attualmente vive a Roma.


Il Mio Curriculum Vitae